martedì 22 gennaio 2013

lievito madre senza glutine


venerdì 23 aprile 2010


lievito madre delle Simili senza glutine




Questa la ricetta seguita:
  • 100 g di farina di riso
  • 100 g di farina di mais sottile
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaio di miele
  • acqua approssimativamente 150 g (in media)
preparate l'impasto in una ciotola preferibilmente di vetro pirex (così potete controllare le bollicine del lievito!) e lasciatelo riposare per 2-3 giorni coperto da un telo di cotone senza fare più niente

dal 4^ giorno in poi potete iniziare a rinfrescarlo ma sappiate che ancora non è pronto per poterlo usare

come si procede ai rinfreschi? si prende una quantità di lievito madre e vi si mescola lo stesso peso di farina e tanta acqua fino a raggiungere una consistenza cremosa e densa (es. se prendo 150 g. di lievito madre aggiungerò 150 g. di farina e tanta acqua q.b.)

n.b. olio e miele vanno usati solamente la prima volta!

vi posto direttamente il link del blog di olgh\felix che vi porterà a tutto quello che c'è da sapere sul lievito madre senza glutine e che non avete mai osato chiedere!!!

la Vale che ogni tanto leggerete nelle spiegazioni di felix sono io... :) :) :)

la prima volta che ho sentito parlare di lievito madre ho pensato che non mi sarei mai imbarcata in un'esperienza del genere... quando poi ho visto che c'era chi si avventurava nella nascita e nella crescita di un lievito madre senza glutine mi son sentita certa al 100% che io non ci avrei mai provato... "son matte" pensavo...

a parte che ero infastidita da espressioni tipo: "dar da mangiare",  "prendere cura"  o "il mio bimbo deve fare il bagnetto" rivolte ad uno slaim molliccio e maleodorante... ho opposto resistenza per parecchio tempo... ma alla fine ho ceduto arrivando perfino a portarmi dietro in vacanza il mio bel barattolo di vetro col  lm dentro.... adesso lo congelo e via! (felix docet)

quello che ho in frigo e che sto usando ultimamente è piuttosto giovane... ha un paio di mesi più o meno... lo rinfresco con qualsiasi farina naturalmente gf ho a disposizione e lo maltratto parecchio... lo conservo in un contenitore di pirex in frigo... una volta ho rischiato di perderlo (visto che son impazzita anche io???) perchè ho provato ad usare l'acqua frizzante al posto di quella di rubinetto e non è stato facile farlo riprendere!! 

il metodo migliore per rinfrescarlo ed evitare che prenda un cattivo odore ed inacidisca è quello delle Simili anche se, per evitare di pesare e poi buttare via il lm in eccesso, sto usando il metodo "tanto levo tanto aggiungo"... e sembra che il lievito funzioni e vada bene


quando possiamo sapere se il lm è pronto per la panificazione?
quando vediamo che, dopo il rinfresco, cresce e raddoppia (o più....) il proprio volume in un arco di tempo di 3-4 ore



il post del 2010 è qui

8 commenti :

  1. Niente Vale, io l'ho già provato 3 volte...e l'ultima dopo che ho preso il libro di Felix&Cappera con grande entusiasmo...ma proprio non riesce! Se i pupi mi danno tregua stasera, dopo cena ci riprovo passo passo con il tuo post. Fammi gli in bocca al lupo!
    Ellen

    RispondiElimina
  2. tutti gli in bocca al lupo che vuoi!!

    ti deve prendere vita, non esiste che non ti riesca

    dai! dai!

    :-)

    RispondiElimina
  3. bravissima Vale....io nemmeno ci penso a provare!!
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci, tu non puoi non riuscirci

      Elimina
  4. Io non riesco a convincermi. Il problema di base è che SO PER CERTO che me lo dimeticherei ... Ci sono riuscita pure con la biga (me ne sono ricordata dopo due giorni MA ha funzionato lo stesso ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pochino di cure servono però.... Potresti tenerlo in frigo e rinfrescarlo con meno frequenza

      Elimina
  5. ci sto provando anch'io, la mia ricetta e' leggermente diversa, ma pare che piano piano stia venedo su. sono gia' al terzo rinfresco ma non credo che sia ancora pronto per provare a fare la pizza, non e' nemmeno lontanamente come il tuo, chissa' se aggiungendogli un po' di miele riesco a dargli una piccola spinta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Agnese
      In cosa e diversa la ricetta che segui? Nelle farine o nel procedimento?

      Un pochino di miele lo aiuterebbe in effetti ma stai attenta

      Elimina