martedì 14 settembre 2010

torta di rose con crema senza glutine

quando mi hanno comunicato che mio figlio era celiaco mi son sentita morire, ricordo di aver detto cose di cui ora mi vergogno e di aver pianto, moltissimo....
il bimbo era molto piccolo, non aveva grandi esigenze alimentari all'epoca
ricordo che avevo fatto una scorta di risotti già pronti (che schifo  ripensarci!) tanto era la mia ansia di non sapere come fare da mangiare
fortunatamente per lui (ed anche per il resto della famiglia) ho iniziato a sperimentare ricette senza glutine, iniziando da quelle che nel mio ricettario glutinoso conservavo da anni
non me ne veniva una! chili e chili di farine gf buttate... fin quando un giorno mia zia preparò dei biscotti con la farina di mais che erano buonissimi e lì iniziai a prendere coraggio e ad avere la prova che anche con le farine di farmacia si poteva cucinare e mangiare bene
anche se il bimbo era ancora piccino, io dovevo iniziare ad esercitarmi in cucina per essere pronta ad ogni richiesta futura di mio figlio
e così feci...



INGREDIENTI
  • 250 g. del mix di olgh (140 g di farmo; 60 g pandea; 50 g agluten)
  • 45 g zucchero
  • 1 uovo
  • 30 g burro morbido
  • 9 g ldb (lievito di birra)
  • 118 g acqua
  • 30 g latte
preparate un lievitino con
  • 110 g acqua
  • 30 g latte
  • 9 g ldb
  • 150 g farina del mix



impastate 150 g di farina col i 9 g di ldb sciolti precedentemente in 110 g di acqua e 30 g di latte appena tiepidi e lasciate lievitare per circa 45 minuti
se volete potete farcire con la classica cremina al burro altrimenti preparate una semplice crema e mettetela a raffreddare (io l’ho aromatizzata ai fiori d’arancio)
mettete in una capiente ciotola il resto della farina , il burro, lo zucchero e l’uovo e tutto il lievitino ed iniziate a mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio ed appiccicoso. Per me è stato necessario aggiungere a questo punto del lavoro 8 g di acqua(forse perchè l’uovo usato era piccino)
potete usare la macchina del pane ed impostare il programma “impasta e lievita”
mettete a lievitare fino al raddoppio, circa 2 ore e mezza
infarinate leggermente la spianatoia e versatevi sopra l’impasto che si lavora bene ed è morbido, eventualmente aiutatevi con della farina (io ho usato la farmo ma sarebbe meglio la MixIT!)
stendete un rettangolo di 1\2 cm di spessore e versatevi la crema, poi arrotolate delicatamente dal lato lungo
tagliate dei tronchetti di 4 cm e poneteli in una tortiera rivestita con carta forno facendo attenzione a chiuderli leggermente sul fondo per non far uscire la farcia. io ho tritato finemente delle nocciole ed ho decorato le rose sulla superficie




lasciate lievitare nuovamente fino al raddoppio e poi infornate a forno non ventilato a 200^ coperto con dell’alluminio per circa 15 minuti, poi levate la protezione, abbassate a 160 gradi e lasciate nel forno fino a doratura
dopo aver tolto la protezione ho “spruzzato” le rose con una miscela di acqua e zucchero per lasciarle umide anche una volta cotte






ricetta da me inserita su CucinaInSimpatia il 18 febbraio 2010