mercoledì 16 marzo 2011

che visser sanza 'nfamia e sanza lodo

premessa: questo blog tratta di cucina senza glutine,  mette a disposizione di tutti ricette e notizie sul mondo della celiachia
di altro non dovrebbe trattare
scrivo dovrebbe perchè ogni tanto inserisco post dettati dal cuore od aggiungo link di argomenti che hanno attirato la mia attenzione
ultimamente mi son trattenuta molto...
ho cercato di autoregolamentarmi dalla raccolta di ricette col maiale e mi son sfogata, come alcuni di voi si saranno accorti, solamente su FB
con il terremoto in Giappone però è cambiato qualcosa... già a messa domenica quando non s'è fatto cenno alcuno alla tragedia appena accaduta ho iniziato a smaniare... ma come? nemmeno un'intenzione di preghiera? un sussurrato "ascoltaci Signore"?
solamente ieri son partite le sottoscrizioni per uomini e donne e bambini come noi che son rimasti senza tutto, ieri? solamente ieri! ma come? di nuovo... di nuovo avverto nei più indifferenza... come se si stesse parlando di un qualcosa accaduto in un altro pianeta non nel nostro stesso pianeta chiamato terra
in tutto il mondo ci si interroga sull'opportunità di proseguire ad investire sulle centrali nucleari, sulla loro reale pericolosità, sulla evidente loro ingestibilità in caso di imprevisto (che se non ci riescono i giapponesi figuriamoci noi... perchè quelli di certo la sabbia per allungare il cemento non ce l'hanno mica messa...) e noi?? noi andiamo avanti! che niente ha a che vedere col coraggio di Amatore Sciesa...
noi non stiamo prendendo una posizione verso le decisioni che se ne infischiano della nostra stessa volontà espressa chiaramente 25 anni fa.... nemmeno davanti alle foto terribili di Fukushima ci svegliamo da una sorta di torpore cerebrale che ci attanaglia e fagocita i nostri neuroni... ci limitiamo ad adeguarci... non osiamo avere idee... ci "camaleontizziamo"... per non schierarci, ci sottraiamo ai nostri doveri verso la società...

stamattina mi son letta un intervento di Celentano al Corriere della Sera

mi sento di condividere ogni sua parola...

rispetto agli aiuti al Giappone, ricordando che ognuno è libero di fare ciò che la coscienza detta, mi permetto di lasciare dei riferimenti di raccolta fondi di organizzazioni che normalmente sono in prima linea in caso di necessità ed emergenza

A seguito del terribile terremoto che ha devastato il Giappone, la Croce Rossa Italiana ha aperto una raccolta fondi in sostegno delle popolazioni colpite dal sisma e dallo tsunami.


Per donare 2 euro alla Croce Rossa Italiana "Pro Emergenza Giappone" è possibile inviare un SMS da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, CoopVoce, Tiscali o da telefono fisso Telecom, Infostrada, Fastweb, Teletu e Tiscali al numero 45500.

Oltre all'invio di un SMS, le altre modalità per donare sono:


Donazione online sul sito http://www.cri.it/ - causale "Pro emergenza Giappone";

Bonifico bancario - causale "Pro emergenza Giappone" - IBAN: IT 19 P 01005 03382 000000200208

Conto corrente postale n. 300004 intestato a: "Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 - 00187 Roma" -

donazioni direttamente alla CRI GIAPPONESE qui
 
Roma Capitale ha aperto la sua campagna di solidarietà per cui chiunque intenda dare il proprio contributo può farlo attraverso il conto corrente bancario, intestato a "Roma Capitale pro terremotati del Giappone", aperto grazie alle banche tesoriere: UniCredit Banca di Roma, BNL - Gruppo BNP Paribas e Monte dei Paschi di Siena: Iban IT 64 K 02008 05117 000101341980.


molti bambini sono sfollati ed hanno perso ogni contatto con le famiglie di origine, proprio per questo e per favorire il ricongiungimento dei minori rimasti soli e separati dai genitori (!!!) Save the Children ha mandato una sua unità operativa nei luoghi del disastro

per sostenere gli interventi della Caritas Italiana a favore del Giappone si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite c/c postale n. 347013 specificando nella causale: "Emergenza Giappone 2011".

Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
UniCredit, via Taranto 49, Roma
Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119

Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma
Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384

Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma
Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113

CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana
tel. 06 66177001 (orario d'ufficio)