mercoledì 20 marzo 2013

ululà ululì: qui laboratorio di Frankestein

Frankenstein Junior
foto presa da qui





la mia non è una cucina
è un laboratorio
esseri mutanti prendono vita tra il Kenwood ed il mio forno elettrico, anche lui mutante,
visto che vive di vita propria e decide quando e come funzionare

superfluo ricordare anni di clamorosi spatasci prima di giungere a qualcosa di commestibile  e degno della parola "cibo", chili e chili di preziosissime farine senza glutine andate direttamente nel cestino senza nemmeno passare dal via, come a monopoli se finisci nella casella sbagliata

pani non lievitati, torte crude, biscotti duri come le pietre, creme non addensate, besciamelle liquide, come non ricordarle?
come non conservare anche per loro un angolino sotto le luci della ribalta?

e prendiamoci un po' in giro!
e prendiamola a ridere!
mamma mia come siamo diventati seri nel fantastico mondo del senza glutine sul web

tutti che sanno tutto
tutti che ricevono il lunedì mattina la diagnosi di celiachia e già il lunedì sera ti sfornano in rigoroso ordine alfabetico:
colomba con e senza canditi
focaccia con e senza pomodorini
pane con o senza semini, con o senza olive, con o senza lievito
panettone
pandoro
panforte
pizza
pizza rustica
pizza con la nutella
pizza e fichi anche fuori stagione
e ci aggiungono pure caffè e ammazzacaffè, amaro e ammazzamaro... si sa mai...

cazzen... io no nata imparata invece
io fatto culen per anni prima di poter dire: "ah! ma è buono!"
:-)

quanti ricordi, quanti spatasci... li ricordo ad uno ad uno e mi rammarico di non averli fermati tra i miei ricordi con una fotografia
magari ingraziosendoli, usando qualche programmino di ritocco per renderli più appetitosi, più colorati...

ecco, è in loro memoria che da oggi prometto a me stessa di conservare fotografie e ricette non solamente riuscite

e lo sapevo!!
chi è stato lo spiritoso che ha detto: "ah, ma perchè fino ad oggi tu le chiami riuscite queste?"
viecce te si sei bravo allora!! a impazzire come la maionese....

vi lascio il mio plumcake di oggi

tanto bello nell'aspetto esteriore, quanto quasi immangiabile in quanto a gusto e consistenza
un po' come l'impasto che usano i dentisti per prendere le impronte, avete presente no?


sottoposto a giudizio insindacabile di severi giudici
non ha superato la prova assaggio
anzi... sputato, con educazione sia chiaro, e snobbato in favore di merendine già confezionate (orrore!)
e lavato il sapore con litri di quella bevanda famosa con le bollicine
ma che esagerazione però! dai!
fa schifo!
è vero!
l'ho assaggiato pure io
però è morbido ed è livitato meglio di altri plumcake, invece ottimi di sapore 
ma vergognosamente brutti nell'aspetto

me ne devo fare una ragione!

non sono nata imparata!
devo proseguire il mio cammino 
by trial and error
ed alla fine anche io ce la farò
perchè dopotutto domani è un altro giorno



p.s. mi corre l'obbligo di rassicurare chi mi vuole bene:
tranquille
sto bene
in pieno possesso delle mie facoltà mentali che, come sapete,
 son  quelle che sono...