lunedì 18 marzo 2013

baccalà alla napoletana

mai preparato il baccalà in vita mia, solamente mangiato... come si fa a resistere ai filetti di baccalà? a Roma è impossibile, ve lo assicuro, siano fritti o coi ceci....

mai preparato significa che ignoravo che non fosse sufficiente sciacquarlo sotto l'acqua prima di friggerlo o mantecarlo... per cui la prima realizzazione di questa ricetta è stata uno Spatascio con la S maiuscola!! S di sale, ovviamente...

un mito! me lo dico da sola... ma sulla confezione mica c'era scritto come fare e sulla ricetta diceva solamente di eliminare il sale

che si fa allora? a chi chiedere aiuto??? ma alle mie amichette di fb, che mi risolvono tanti problemi e mi offrono risposte veloci, precise e dettagliate, loro sì che sono mitiche... altro che Cracco come qualcuna ha scritto!!! :-)

per cui questa ricetta la dedico a loro, anche perchè senza i consigli di Lety, Fabiana, Olga, Roberta, Claudia, Alessandra, Stefania, Grazia, Gaia avrei arispatasciato di sicuro ;-)

però vi devo anche dire che tutta orgogliosa del risultato ho cercato di girare a mamma la ricetta, ma lei mi ha risposto che anche la sua di nonna la faceva in questo modo, ma aggiungeva anche delle patate tagliate a cubetti e precedentemente fritte nel sugo, e che non ci proverò io?? non mi ferma più nessun baccalà!!


(ricetta presa da Sale&Pepe, dicembre 2012, pag. 48-50)

Ingredienti (per 6 persone, ma io feci mezza dose)
1 kg. di filetto di baccalà bagnato
500 g. polpa di pomodoro (usai la passata)
100 g. olive di Gaeta (usato taggiasche)
30 g. di capperi sotto sale (usati quelli di Pantelleria)
1 spicchio d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo (manco morta!)
1 pizzico di origano (taaanto origano, buono origano)
farina senza glutine q.b. (usata farina di riso)
olio per friggere q.b. (usato quello di arachidi, ma andrebbe usato anche per friggere olio extra vergine di oliva)
olio extra vergine di oliva q.b. (EVO)
peperoncino q.b.
sale q.b.
pepe q.b

Procedimento

  1. lavate bene il filetto di baccalà (non so se lo sapete ma prima di lavarlo bene sotto l'acqua corrente, il filetto di baccalà va tenuto a mollo in acqua per almeno 3 giorni e conservato in frigorifero, l'acqua va cambiata almeno un paio di volte al giorno), asciugatelo, togliete le spine e tagliatelo a pezzi larghi circa 5 centimetri
  2. passate i pezzetti di baccalà così ricavati nella farina senza glutine e friggeteli in abbondante olio, scolateli su carta da cucina e teneteli da parte
  3. togliete il sale dai capperi (sciacquateli in abbondante acqua fredda), mettete in una capiente padella dell'olio EVO, sbucciate l'aglio ed unitelo all'olio con del peperoncino, lasciate soffriggere, togliete l'aglio appena si è dorato bene
  4. aggiungete quindi la passata, aggiustate di sale (se necessario! assaggiate prima, che tra capperi e baccalà non si sa mai....) e fate cuocere a fuoco moderato per qualche minuto
  5. unite le olive ed i capperi, spolverate con una generosa manciata di origano e fate restringere la salsa
  6. accendete il forno e portatelo ad una temperatura di 160^
  7. prendete una teglia da forno e sistematevi i pezzi di baccalà
  8. versate la salsa sul baccalà cercando di distribuirla in maniera uniforme e mettete al forno per una ventina di minuti
  9. sfornare, aggiungere del prezzemolo finemente tritato (manco morta!), lasciar freddare un pochino, impiattare, servire e godere dei sapori meravigliosi di questo piatto meraviglioso ed alla fine anche piuttosto facile da preparare