lunedì 27 gennaio 2014

Pane senza glutine con BiAglut, Pandea, Glutafin e lievito madre

ho preparato del pane senza glutine cercando volutamente un impasto impossibile da lavorare dopo la prima lievitazione perchè troppo appicicoso

ne ho assaggiato un pezzettino e, a parte il fatto che ho usato poco sale ed è sciapo per i miei gusti, ricorda tanto gli zoccoletti perchè ha una crosta croccante e dentro è morbido e pieno di buchetti



Ingredienti
289 g. Sfornagusto Biaglut per pane e paste lievitate
142 g. Glutafin
112 g. Pandea
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di sale
8 g. zucchero di canna
350 ml acqua



Procedimento
ho pesato tutti gli ingredienti direttamente dentro la ciotola del kenwood, poggiata sulla mia fantastica bilancina digitale, ad eccezione di sale, acqua e olio che ho aggiunto in seguito
inserito la frusta a gancio ho lasciato che il Ken lavorasse al mio posto a velocità 1 ed ho aggiunto prima l'acqua a filo, poi il sale e per ultimo l'olio
mentre il Ken lavorava ho unto con olio extra vergine di oliva una ciotola (ne uso una con coperchio a chiusura ermetica presa da Ikea che è una meraviglia)
dopo circa 10 minuti ho rovesciato l'impasto nella ciotola e lasciato lievitare per circa 4 ore
ho tagliato un pezzo di carta forno e l'ho infarinato con della farina di mais sottilissima, con una spatola ho rovesciato sopra l'impasto e delicatamente ho ricavato piccole pezzature che ho ulteriormente distanziato tra loro ed ancora infarinato bene sempre con la farina di mais
ho acceso il forno e lascito lievitare il tempo che il forno raggiungesse la massima temperatura, statico
aiutandomi con una pala per pizza ho infornato i panini direttamente a contatto con la refrattaria (il mio forno ne è munito) per i primi 10 minuti, poi ho abbassato la temperatura a 180^ , spostato i panini a metà altezza nel forno e lasciato cuocere per altri 30 minuti più o meno

Osservazioni
avrei tanto voluto creare "pezzature" omogenee per forma, ma non ci sono riuscita
buono, ma sciapo