venerdì 5 novembre 2010

torrone dei morti senza glutine

è da un paio di anni che questo torrone è entrato di diritto a far parte delle tradizioni di casa mia
io l'ho conosciuto grazie ad Enza di cui riporto fedelmente la ricetta
il torrone dei morti fa parte della tradizione gastronomica partenopea della ricorrenza dei defunti e viene portato in dono dal fidanzato alla futura moglie


torrone dei morti



Ingredienti
200 g. cioccolato fondente (come da prontuario)
400 g. cioccolato bianco (come da prontuario)
200 g. nutella
200 g. nocciole tostate

Procedimento
Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondente, versatelo nello stampo (io uso uno stampo in alluminio che posso facilmente tagliare con le forbici) e fate in modo che, girandolo con attenzione, ricopra per bene tutte le pareti dello stampo, poi mettetelo a raffreddare in frigorifero
questa operazione va ripetuta almeno 3\4 volte per ottenere un giusto spessore del "guscio" esterno del torrone
Ora sciogliete il cioccolato bianco ed unite  la nutella, aggiungete le nocciole tostate, mischiate il tutto e versatelo all'interno dello stampo, livellate bene e conservate in frigorifero almeno per una notte prima di mangiarlo
se preferite un ripieno più cremoso, potete aggiungere della panna
una volta "solidificato" il torrone capovolgete e..............mangiate

17 commenti :

  1. Ecco il tuo lato napoletano-campano che prende forma :-) Ti è venuto benissimo

    RispondiElimina
  2. oh che meraviglia!!!! non lo conoscevo
    grazie per la ricetta
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ho sempre avuto un debole per questo dolce: è splendido!

    Brava Vale! :-)

    RispondiElimina
  4. io nel periodo natalizio lo preparo sempre :) e piace a tutti

    buona domenica

    RispondiElimina
  5. ultimamente mi sto perdendo un po' troppi post con ricette super, questa è fantastica!

    RispondiElimina
  6. Aggiungo una segnalazione, anzi, scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma siamo in poche e abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti di un’importante iniziativa food-blogger contro l'omofobia!

    Trovi tutte le info qui e qui!

    RispondiElimina
  7. Meno male che c'è il tuo blog, altrimenti non avrei mai potuto conoscere questa prelibatezza!

    RispondiElimina
  8. ti rispondo anche qui: grazie dell'adesione, non è necessario che sia una ricetta nuova, la cosa importante è partecipare

    e grazie!

    RispondiElimina
  9. Grazie Vale..sono proprio contenta vi piaccia...
    invece per noi quest'anno brutto brutto...niente torrone!
    un bacioneoneone
    Enza

    RispondiElimina
  10. enza... posso capire e non son capace a scrivere parole di conforto, riesco solo a pensarvi tutti con affetto

    Vale

    RispondiElimina
  11. Vale, ma è perfetto, bravissima.
    Io non riuscirò mai a farlo così bello o magari che si avvicini lontanamente a quello che hai fatto te; bravissima

    Baci

    RispondiElimina
  12. grazie... e adesso mi son perfezionata nel guscio ;) mi viene molto più spesso e fa un cronch cheè tutto un programma!

    RispondiElimina
  13. Non posso mangiarlo, ma posso ammirarlo!
    bravissima!
    grazie per le tue parole:-*

    RispondiElimina
  14. Bellissima ricetta!!
    Scusa l'intrusione, volevo dirti che mi sono auto-sfidata a creare una rubrica lunga 1 anno, sulla cucina molecolare che non è sempre chimica anzi...
    Per ora ogni giovedì pubblico una ricetta, e puoi trovare il procedimento per fare le tagliatelle con la farina di ceci o con quella di piselli, bignè e gnocchi, prossimamente anche come fare cialde e coni tutto senza glutine, magari ti interessa...
    un bacione e complimenti per il blog!!!!

    RispondiElimina
  15. fabi... leggo solo ora... scusami... bacetto ed affettuosità come sempre ^-^

    shamira... son venuta a vedere il tuo blog che ho trovato non solamente ricco di idee e ricette ma veramente molto interessante
    ti ringrazio per l'informazione sulla cucina molecolare di cui so pochissimo, motivo in più per venire a leggerti
    buona serata

    Vale

    RispondiElimina
  16. Grazie di questa scoperta... il problema però è questo: con tutto questo gran bene di cioccolata, come si fa ad aspettare una notte prima di mangiarlo? Una prova da Quaresima!!

    RispondiElimina
  17. Ottimo!! Ho fatto rifornimento di cioccolata ....
    Grazie

    RispondiElimina