mercoledì 6 luglio 2011

quanti modi di fare e rifare "cheesecake al pistacchio"



questa volta il "quanti modi...." è dedicato al cheesecake di Stella



io l'ho rifatto in versione gf ed è venuto buonissimo ^-^
ho apportato qualche modifica rispetto a Stella perchè, ogni volta che mi mettevo in cucina a prepararlo, mi accorgevo che mi ero dimenticata un ingrediente: la prima volta avevo le fragole ma avevo finito lo zucchero a velo, la seconda mi ero ricordata del philadelphia ma avevo scordato la panna, nel frattempo le fragole non erano più buone e mio figlio aveva mangiato i biscotti per la base
ma non mi sono arresa e proprio all'ultimo momento ho preparato questa bontà al pistacchio e ciliegie






Ingredienti
per la pasta frolla:
53 g. amido di mais
20 g. fecola di patate
131 g. farina di riso
60 g. burro
50 g. zucchero
1 uovo
5 g. lievito per dolci (come da prontuario)

per la farcia:
250 g. philadelphia
250 g. panna fresca
50 g. zucchero a velo (come da prontuario)
70 g. pistacchi senza buccia frullati
4 g. agar-agar

marmellata di ciliegie

Procedimento
per la pastafrolla:
quando mi son resa conto che in casa  non avevo nè le fragole nè i biscotti, ho avuto 5 minuti di crisi, lo confesso, durante i quali ho pensato di fare la base con i biscotti Sorrisi della Schar, che avevo in dispensa
l'idea di versare burro fuso sul cioccolato mi ha trattenuta, anche se prima o poi provo a verificare se la cosa poteva essere fatta
cercando nel web ho trovato un blog che, in maniera molto originale, prepara una pasta frolla e poi la grattugia prima di utilizzarla; potevo non provarci???
e quindi ho preparato l'impasto con gli ingredienti che avevo a disposizione e poi l'ho messo nel congelatore; la mattina seguente, sempre congelato, l'ho grattugiato su una teglia coperta da carta forno e poi cotto fino a doratura in forno già caldo a 180^, fatto raffreddare e tenuto da parte

per la farcia:
al posto della colla di pesce, ho usato (per la prima volta) l'agar-agar con una proporzione di 2 g. ogni 250 di crema da addensare; l'unica accortezza che ho usato è che l'ho fatto rinvenire in un goccino di latte caldo (suggerimento di Olgh)
per il resto ho seguito quello che spiega Stella



invece di fare un unico cheesecake, ho preparato 4 bicchierini invertendo l'ordine degli ingredienti (Proprietà Commutativa: invertendo l’ordine degli addendi, il risultato non cambia) ed usando la mia marmellata di ciliegie preparata qualche settimana fa con le mie manine seguendo la ricetta di Olgh

per ogni bicchierino ci sono 4 cucchiaini di marmellata come base, farcia in abbondanza e la pasta frolla grattugiata come top

messo tutto in frigorifero a riposare e "slurpato" ieri sera a cena

spero di essermi ricordata tutto

so che il "quanti modi..." con questa ricetta va in vacanza; si ricomincia a settembre:


andremo tutte da Libera a preparare i suoi gnochi de susini, una ricetta tradizionale Triestina:


36 commenti :

  1. Che forte la cheese cake "rovesciata" nel bicchiere. Fa una gran bella figura. E per me che non amo molto la base di biscotti impastati col burro, l'idea della frolla "grattata" è perfetta. Oltretutto quella di riso e mais mi piace un sacco Complimenti, buona giornata

    RispondiElimina
  2. fede@ buongiorno ^-^ la frolla grattata si è rivelata un'ottima idea

    buona giornata a te

    RispondiElimina
  3. Vale, grazie, grazie!
    Sono bellissime!
    Per adesso prendo una foto ed il link, sono indaffaratissima!
    Vengo dopo a gustarmi tutto
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. anna@ ...e ci credo che sei indaffaratissima!!! ci son cheesecake ovunque!!! un trionfo!!!

    a dopo

    V.

    RispondiElimina
  5. Sono Tornata Vale!!!!
    Ottimo questo cake, io poi adoro i pistacchi :)

    RispondiElimina
  6. Ciao!
    Mi piace la tua versione con la pasta frolla sbriciolata. La proverò. Bella la presentazione.

    RispondiElimina
  7. Ciao Vale, la versione "Verrine" oltre ad essere attualissima è anche molto goduriosa, la tua "personal/porzion" mi stuzzica assai..alla prossima :)

    RispondiElimina
  8. Bellissime sia la versione in bicchieri che la tua personale porzione! Grazie per la stupenda ricetta, buona giornata!

    RispondiElimina
  9. iris@ girandolona del mio cuore..... ^-^

    frà@ libera@ ornella@ è una bella sensazione stamattina di trovare tutte queste versioni di cheesecake una più bella dell'altra

    le sto mettendo tutte (se ne salto qualcuna avvisatemi!!!) su twitter

    affettuosità

    V.

    RispondiElimina
  10. ciaoo Vale sono passata per un salutino e vedere quante ricettine stai ponendo.
    Proprio ieri parlando con una mia amica ha scoperto che suo figlio è risultato positivo alla celiacia a seguito di esami per un forte mal di testa.
    Sembra che aumentino sempre più le persone intolleranti al glutine.
    Ciaoo e buonissima giornata.
    Gli acquerelli sono sempre in forma?
    ciaooo

    RispondiElimina
  11. Finalmente sono tornata con più calma....
    Vale, ma che bella versione capovolta!!!
    Mi piace la frolla che si grattugia (potresti mettere bene il link di quel blog, dà errore), mi sembra una bella invenzione.
    Hai centrato in pieno l'idea del Quanti modi di.... Si fa proprio così, ci si adatta.
    Un abbraccione grandissimooooooo

    RispondiElimina
  12. carla@ non ti fischiano le orecchie forse ogni giorno? è impossibile non pensarti con affetto ogni volta che ammiro i tuoi acquarelli!!

    anna@ provvedo subito, grazie per la segnalazione

    V.

    RispondiElimina
  13. mi piace molto questa tua rielaborazione, la frolla messa in questa maniera non l'avevo mai vista ma mi invoglia a tuffare il cucchiaio nel tuo bicchierino. Bella la scelta delle ciliege che rendono la tua cheesecake più estiva. Baci e complimenti per il blog che ho scoperto grazie a quanti modi... mi aggiungo ai tuoi follower.

    RispondiElimina
  14. Sai cara Vale che mi stai viziando!
    Buona giornata, Tomaso

    RispondiElimina
  15. stefania@ anche a me l'idea della frolla è piaciuta appena l'ho vista

    tomaso@ sei sempre molto gentile e clemente con me e le mie ricette

    buona giornata

    V.

    RispondiElimina
  16. quel bicchierino ha un aspetto davvero golosissimo!

    RispondiElimina
  17. si si... buonissimo sul serio!!

    RispondiElimina
  18. Molto goduriosa la tua versione personale. Bellissimo anche il bicchierino!!

    RispondiElimina
  19. Che bella la tua versione! Mi piace molto l'idea monodose.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  20. Caspita la frolla grattata non l'avevo mai vista! Ma si grattugia da congelata? E con quale attrezzo? Molto interessante da fare per un crumble per esempio! Anche io ho comprato per la prima volta un vasetto di agar agar e quindi ora per un bel po' di tempo staro' a posto, anzi penso che la colla di pesce non la comprero' piu' mi trovo molto meglio con l'agar! Complimenti pre i tuoi bicchierini e a presto!

    RispondiElimina
  21. solema@ nella mia versione era assolutamente goduriosissimo

    giovanna@ son stata obbligata alla monodose, me l'ha chiesto il costume in spiaggia ;););)

    stella@ l'ho grattata congelata con una grattugia dai fori grossi
    penso che sia una soluzione perfetta per un crumble sai?

    RispondiElimina
  22. Eccezionale l'idea di usare il pistacchio nel cheesecake, geniale la tua idea di fare i bicchieri monoporzione... slurp!
    Volevo dirti che preparare una base di biscotti al cacao col burro fuso funziona alla grande, io l'ho fatto per questo cheesecake http://www.cucinainsimpatia.net/viewtopic.php?p=273684#p273684 , avevo solo 3 digestive, quindi in pratica ho usato solo i biscotti Gran Cereale alle fave di cacao, ed era una base supergolosa... fidati! ;-)

    RispondiElimina
  23. min@ l'idea dei pistacchi è di Stella
    la monoporzione, come scritto poco sopra, è stata scelta obbligata anti-ciccia pro-mare ;););)

    RispondiElimina
  24. Chiede proprio di essere divorato...che buono, bravissima.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  25. La tua cheese cake nel bichiere è promossa a pieni voti!Bravissima!Baciotti!

    RispondiElimina
  26. tinny@ furono divorati ;)

    kà@ baci "accademici"

    buona giornata

    V.

    RispondiElimina
  27. con il pistacchio mai provata!e considerato che li metterei su tutto..come ho potuto non pensarci prima?complimenti!

    RispondiElimina
  28. pensa col pistacchio di bronte come deve venire buonaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  29. Ti trovasti bene allora con l'agar agar? :)

    Un bacione Vale!

    RispondiElimina
  30. osservazioni circa l'uso dell'agar-agar:
    mi è piaciuta molto la consistenza della "spuma" al pistacchio, morbida e soffice ma compatta
    è stato semplice usarlo con il tuo suggerimento di scioglierlo con un pochino di liquido caldo
    mi chiedo se rimane trasparente... devo provarci per una "gelatina" di sola acqua e zucchero

    RispondiElimina
  31. mi è piaciuto un sacco questo post, tutte le traversie e il risultato finale favoloso.

    troppo brava e spiritosa...

    RispondiElimina
  32. Sono venuta a prendere la ricetta della frolla, mi piace quest'idea.
    Grazie per averla condivisa.
    Baci

    RispondiElimina
  33. anna@ ancora rido per lo scherzetto che mi hai tirato... :):):):):)

    baci

    RispondiElimina
  34. Ho usato la frolla, è proprio buona, ma rimane un poco morbida per grattugiarla. La prossima volta evito di includere l'albume.
    Baci!!

    RispondiElimina
  35. anna@ la mettesti nel congelatore??
    la mia un blocco unico era!!

    tra l'altro ne ho usata pochissima grattugiata, il resto l'ho fatta scongelare ed ho preparato una crostata

    baci

    RispondiElimina